Statuto


Denominazione - Sede - Durata

 

1) È costituita un'associazione culturale denominata Centro Nazionale di Studi Dannunziani.
Il Centro fondato il 21 settembre 1979 opera per il raggiungimento degli scopi statutari in modo autonomo e valendosi dei propri mezzi e delle acquisizioni patrimoniali e finanziarie che potranno verificarsi nel corso della sua attività.

Il Centro ha sede in Pescara, Piazza Emilio Alessandrini, 34; non ha scopi di lucro e la sua durata è fissata in anni 100 dalla data della sua costituzione e potrà essere prorogata o anticipatamente sciolta con deliberazione dell'assemblea.

L'assemblea può istituire sedi secondarie.
 

Scopi del Centro

 

2) Il Centro ha per scopo l'approfondimento degli studi nonché la ricerca di fonti e documenti che possono contribuire alla migliore conoscenza e valutazione dell'opera dannunziana con particolare riguardo al periodo giovanile e ai sempre stretti rapporti che legavano il poeta, in ogni stagione della sua vita, alla terra natia che gli fu permanentemente fonte di ispirazione di riferimento.

Inoltre il Centro promuove la conoscenza e lo studio della cultura in Abruzzo nei suoi vari modi di espressione e considerando le figure, non solo maggiori, di abruzzesi che hanno contribuito al progresso culturale della Regione o l'abbiano illustrata con le loro opere.
 

Soci del Centro - Soci Onorari

 

3) I Soci del Centro si distinguono in due categorie: Soci ordinari e Soci onorari. Questi ultimi sono individuati tra personalità di chiara fama distintisi negli studi dannunziani e in quelli relativi alla cultura in Abruzzo.

I Soci onorari sono nominati dal Consiglio con maggioranza di due terzi dei consiglieri.
 

Soci Ordinari

 

4) Sono Soci ordinari esponenti della cultura italiani e stranieri che abbiano offerto contributi importanti agli studi critici sull'opera dannunziana e sulla cultura in Abruzzo.

Sono Soci ordinari anche i rappresentanti delle Istituzioni pubbliche e private che contribuiscono disinteressatamente alla vita del Centro con contribuzioni non inferiori a 10 mila euro. Tale cifra andrà aggiornata ogni tre anni in base all'indice Istat sul valore dell'euro.

I Soci ordinari sono proposti dal Consiglio di Amministrazione all'Assemblea che ne delibera la nomina.
 

Assemblea dei Soci

 

5) All'Assemblea partecipano tutti Soci onorari ed ordinari. Tutti i Soci hanno diritto di voto.

La votazione dell'Assemblea è sempre palese.

L'Assemblea discute i programmi e indica le linee generali operative del Centro e approva i bilanci
consuntivi e preventivi.

L'Assemblea sia ordinaria che straordinaria in prima convocazione delibera a maggioranza purché sia presente almeno il 51% dei soci complessivi mentre in seconda convocazione delibera a maggioranza dei presenti.

L'Assemblea è convocata (per posta ordinaria o elettronica o fax) con preavviso di 8 giorni.

In caso di urgenza l'Assemblea può essere convocata con un preavviso di 3 giorni.

È presieduta dal Presidente del Centro.
 

Consiglio di Amministrazione - Presidente - Comitato Scientifico – Revisore Contabile

 

6) Il Consiglio di Amministrazione è costituito da 5 membri eletti, per maggioranza di voti, dall'Assemblea.

Il Consiglio di Amministrazione, ove non vi abbia provveduto l'Assemblea, elegge tra i propri membri il Presidente a maggioranza dei due terzi dei partecipanti alla riunione convocata come tutte le riunioni del Consiglio di Amministrazione con preavviso di almeno 8 giorni.

Il Presidente dura in carica cinque anni e può essere riconfermato.

I membri del Consiglio di Amministrazione non possono contemporaneamente, in ragione del verificarsi di un conflitto di interessi, ricoprire cariche dirigenziali e/o consiliari presso istituzioni e/o associazioni concorrenziali agli scopi culturali del Centro.

Il Consiglio di Amministrazione elegge, sempre che non vi abbia provveduto l'Assemblea, fra i suoi membri anche il Vice Presidente, il Segretario generale, ed eventualmente un Comitato Scientifico, con funzioni consultive non vincolanti, del quale possono far parte anche i non Soci.

Il Consiglio di Amministrazione dura in carica cinque anni e i suoi componenti possono essere riconfermati.

Il Consiglio di Amministrazione può deliberare con la presenza della maggioranza dei Consiglieri e col voto favorevole dei presenti.

Esso si avvale di un revisore contabile nominato dall'Assemblea per l'esame dei bilanci (del quale riferisce per iscritto) e per ogni aspetto finanziario.
 

Compiti del Presidente e del Consiglio di Amministrazione

 

7) Il Consiglio di Amministrazione ha più ampi poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Il presidente del Centro convoca l'Assemblea annuale dei soci; convoca il Consiglio di Amministrazione almeno una volta all'anno e il Comitato Scientifico ogni qualvolta lo ritenga necessario. Ha la rappresentanza legale dell'Istituto senza vincolo alcuno. Sottopone all'esame del Consiglio di Amministrazione il bilancio annuale consuntivo e preventivo del Centro.

Il presidente, sulle linee indicate dall'Assemblea generale, sottopone al Consiglio di Amministrazione, per l'approvazione, il programma culturale del Centro. In caso di parità nelle votazioni, il suo voto prevale.

Al Presidente può essere riconosciuto un rimborso forfettario delle spese correnti e a pié di lista per le spese straordinarie di rappresentanza e di movimento.
 

Compiti del Vicepresidente

 

8) Il Vice Presidente sostituisce il Presidente nei casi di impossibilità di questi ad adempiere alle proprie funzioni.

Il Presidente può delegare parte delle sue funzioni al Vice Presidente al fine di assicurare il più efficiente funzionamento organizzativo amministrativo del Centro.
 

Segretario Generale e Segreteria Esecutiva

 

9) II Segretario Generale è nominato e revocato dal Consiglio a maggioranza dei due terzi con le modalità indicate per l'elezione del presidente (punto 6).

Compito del Segretario Generale è di individuare le linee di attuazione degli scopi statutari da sottoporre al Presidente e al Consiglio con i quali strettamente collabora. Il Segretario Generale può essere nominato tra i Soci e partecipa alle sedute del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Scientifico. Egli coordina il lavoro di organizzazione della Segreteria Esecutiva, nominata dal Consiglio di Amministrazione, e pertanto le attività del Centro: i convegni da questi promosso, la preparazione dei bilanci, la pubblicazione del bollettino del Centro e degli atti dei convegni di studio.

Se non ancora nominato, i suoi compiti sono assolti dal Presidente.

Al Segretario Generale compete il rimborso delle spese a piè di lista e una indennità di carica non superiore a 3.000 euro all'anno. Ai membri della Segreteria Esecutiva compete il rimborso delle spese a piè di lista. I rimborsi devono essere autorizzati dal Consiglio di Amministrazione.
 

Patrimonio

 

10) Il patrimonio del Centro è costituito da tutte le elargizioni che saranno fatte all'Associazione da qualsiasi privato od Ente. Le elargizioni in denaro saranno depositate in conto corrente presso un istituto bancario operante in Abruzzo, Tesoriere del Centro.

I prelievi, i versamenti e qualsiasi altra operazione relativa a tale conto corrente avvengono con firma del Presidente.

Eventuali donazioni o lasciti immobiliari possono essere accettati soltanto dopo che sia stata accertata la loro piena disponibilità e libertà da vincoli e ipoteche.

In caso di scioglimento del Centro studi, che deve essere deciso dall'Assemblea riunita in seduta straordinaria convocata con preavviso di almeno 8 giorni, i beni patrimoniali finanziari saranno devoluti ad un'istituzione culturale abruzzese non lucrativa di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'Art. 3, comma 190 della Legge 23 dicembre 1996, n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla Legge.
 

Decadenza dei Soci

 

11) I Soci ordinari decadono se assenti in tre assemblee consecutive, per dimissioni presentate e accettate dal Consiglio di Amministrazione e per indegnità o condanna penale passata in giudicato. I soci onorari sono a vita. Anch'essi decadono per dimissioni presentate o per indegnità o condanna penale passata in giudicato.
 

Esercizi Finanziari - Norme Legislative

 

12) Gli esercizi finanziari del Centro vanno dal primo gennaio al trentun dicembre di ogni anno. Per quanto non espressamente disposto dal presente statuto, si rinvia alle norme vigenti in materia di Associazioni non lucrative e al Codice Civile.