La fondazione del mito: Pascoli, d'Annunzio e il Futurismo

Centro Nazionale Studi Dannunziani

Atti del XXIX Convegno nazionale di studi,  Pescara, 15, 16, 17 novembre 2012

Edoardo Tiboni

A 40 anni dalla sua fondazione, il Centro nazionale di studi dannunziani prosegue nella sua attività scientifica, che ha prodotto finora 38 convegni di studio nazionali e internazionali, molti dei quali risultati essenziali per lo studio dell'opera e della vita del grande Gabriele d'Annunzio. Fra i più significativi: Terre, città e paesi nella vita e nell'arte di Gabriele d'Annunzio, D'Annunzio notturno, D'Annunzio giornalista, D'Annunzio e l'Abruzzo, D'Annunzio a cinquant'anni dalla morte, D'Annunzio nella Mitteleuropa.
Il Centro, presieduto dal suo fondatore, Edoardo Tiboni, ha proposto il 39° convegno di studi, nei giorni 15, 15 e 16 novembre 2012, di grande interesse per gli studi di letteratura italiana, in occasione del centenario della morte di Giovanni Pascoli e della pubblicazione del Manifesto tecnico della letteratura futurista.
Hanno partecipato Giorgio Barberi Squarotti (Pascoli, d'Annunzio e il simbolismo), Mario Cimini (Muse inquiete: d'Annunzio, Pascoli e un'idea della poesia), Gianni Oliva (D'Annunzio futurista? Forse che si forse che no), Umberto Russo (D'Annunzio, Pascoli e "il bisogno del sogno"), Simona Costa (Pascoli, d'Annunzio e i futuristi nell'Italia della "quarta sponda"), Ugo Rufino (Eros, coraggio e seduzione. Marinetti e la prosa erotico-propagandistica), Angelo Piero Cappello (La 'Contemplazione della morte': d'Annunzio e i suoi "fratelli in Cristo", Pascoli e Bermond),  Giordano Bruno Guerri (D'Annunzio e Marinetti: ultimo incontro al Vittoriale dei 'motori della nuova Italia'), Giuseppe Leonelli (Alcione e I Canti di Castelvecchio: elogio della Versilia), Andrea Di Berardino (L'"ultimo figlio di Vergilio": un giudizio di d'Annunzio sulla poesia pascoliana), Walter Tortoreto (Pascoli e d'Annunzio librettisti), Raffaele Giannantonio (Pascoli,  d'Annunzio e Sant'Elia: tre idee di casa).
Hanno chiuso i lavori Pietro Gibellini (Quale mitologia? D'Annunzio, Pascoli e Marinetti), Milva Maria Cappellini (Pascoli, d'Annunzio e il mito di Ulisse), Alessandro tra Pascoli e d'Annunzio) e Andrea Lombardinilo (Pascoli e d'Annunzio interpreti della società di massa).

Ultimo aggiornamento: